Angeli con le ali spezzate
Sotto la pressione del tempo e del destino
II - DACCAPO -III - AVANTI -IV - DESTINO -

- Sensazione -
- Salto -
- Allegria -
- D.C. -
- Odio -
- Frustrazione -
- Fratalità -
00 - Sciamano -
01 - Telepatia -
02 - Risveglio -
03 - Comunicazione -
04 - Anima -
05 - Realtà -
06 - Altruismo -
07- Parole -
08 - Italia -
09 - Dualità -
10 - Magia -
11 - Passione -
12 - Magnetismo -
13 - Nostalgia -
14 - Delusione -
15 - Limitazioni -
16 - Purificazione -
17 - Tentazione -
18 - Pace -
19 - Trasparenza -
20 - Abbondanza -
21 - Telempatia -
22 - Risposte -
23 - Bilancio -
24 - Attaccamento -
25 - Ambiguità -
26 - Crisi -
27 - Visionari -
28 - Proiezioni -
29 - Perfidia -
30 - Pazienza
31 - Insoddisfazione -
32 - Blasfemia -
33 - Tempistica -
34 - Bigottismo -
35 - Integrità -


- Odio -









Martedì, 06.03.2012


Aspetto da più di un ora chiarirmi le idee, per sapere da dove iniziare.


La giornata ha iniziato bene, non so come mai Oriana mi preparava già il caffe un bello gesto mi ha fafti piacere. Poi in balcone
con il mio caffe ammirando l'laba metà inverno e metà primavera e passata la Laura  sorridente. Non si può dire che l'aria fresca non
rinfresca anche il nostro cervello.

Mi è rimasto nella mente sia perche la parte sinistra
del corpo sia assai persnete nelle mie visioni sia un tittolo dal sito  "informare per resistere" rispetto alle idee che adesso circolano finalmente libere
nello spazzio e nel tempo, noi a livello tangibile atreverso la rete entriamo in contato con esse. La guerra è stata seempre a livello
di idee non solo adesso, la diferenz aè che ora le informazioni smebrano allagare la nsotra vita da inumerevoli fonti e ci vuoel discerinemnto
secodno la costruzioen di oguno di noi per attingere a esse consapevolmente.

Di consgeunza sentivo la musica dentro di me
Time di Hans Zimmer,

è una musica profonda sicomme venise da lontano, molto lontano da quel sconsciuto e disprezzato essere umano.
E' il tempo per la svolta dlel'umnaità, è il tempo per ognuno di noi di farsi avanti e dire la sua. Dopo tutto un essere uamno quale non esprime
nesusna idea e nessuna personale opinione non esiste per il resto dle mondo, ma per se stesso c'è?

Mi sono fermta dalla lettura per l'emisfero destro
perche sta coordinando la paret sinsitar dle corpo ed è assai presnete nelle mie esperienze sia vsive che onirice. La parte del sognatore, del
artista, la parte emotiva e intuitiva della mia esistenza bah non si può dire che non sia utilizata pienamente. La creatività non è mai mancata
nella mia breve esistenza terrena.


trovo e un consuelnet rispettoa  quannto meglio si fa petr esssere indiciasto tar i primi risultati nelel ricerche di google, va da sè che non ho 
nessun interesse al riguardo almno adesso, ma anche qui aintuitivamnte constato contenta che lo abbia fatto già. Mi affido alla
coscienz auniversale, alla inteligenza magnifica a quale ognuno di noi puà attingere coellgato con essa tramite lintuizione, quel lampo
illuminte qual epassa nella nsotra mente quando è nececsarrio che sia.


Ecco basta pensare al lavoro e mio amico essatamente come ieri sera è appicicato alla mia sinistra.

Non so più da dove reiniziare la mia
ricerca è ovvio che sono nel vento della fortuna e del caso, proprio non ho la minima idea cosa posso fare realmente adesso.

per la seconda volta mio amico si è fatto visto solo che adesso è proprio davanti a me e molto vicino, stavo pensando a un lavoro per partire di qui
e di conquistare finalmente la mia indipendenza tottale.

Analisavo nello stesos tempo l'attitudine ositile della mia madre partendo dai
più banali motivi, il vero motivo è la sua ocnsapevolexza e la mia che il mio futuro non è qui non è mai stato. Quetso posto è stato utile per me
fino a un certo punto, nel slancio verso la mia propria e vera realisazione. Ho capito però non sarebbe il tempo
di darsi uan calmata? Siamo sicuri che un essere umano cambia nel arco di una sola vita? Beh non mi sembra.


Non so da dove viene questa voce, sarebbe più verso maschile ma non tanto chiara e decisa. Figurati che sia un ora da quando la sento e sulla
mail non c'è niente.



Invece mi sono ritornata al testo trovato ieri sera partendo dallo simbolo visto di Angelo in caffe: il vortice. Presupongo  che in questi giorni
è un simbolo abituale per molti di noi.



VORTICE

 

 

 

“Questo è il simbolo attraverso cui la vita si manifesta nel vostro pianeta.

Esso rappresenta l’Energia Cosmica che si rivela dal cosmo e arriva per creare tutto quello che è necessario nel vostro mondo. Onde di forza magnetica che si attraggono a vicenda per permettere l’instaurarsi di un campo magnetico che crea le condizioni per la vita, cioè per il nascere di un movimento che trasforma.

Questo Vortice nasce di piccole dimensioni e poi si ingrandisce sempre di più, fino a comprendere uno spazio maggiore dentro di sé.
Questo fa sì che tutto ciò che si trova al suo interno si trasformi.

L’Energia Cosmica, cioè, agisce da agente catalizzatore, attraendo entro il suo Vortice quegli atomi che, aggregandosi, permettono la creazione di una nuova Essenza nella materia.

Da questo tipo di Vortice è stato creato l’universo, sia quella parte di esso che voi conoscete in quanto umani, sia le parti che sono ancora sconosciute a voi abitanti della Terra.

Milioni di pianeti, galassie e spazi siderali sono stati creati grazie a questo tipo di movimento astrale, e sono sparsi in tutto l’universo, creando un insieme armonico in cui tutte le parti sono in perfetto equilibrio tra di loro.

(...)

Amore a voi tutti, abitanti della Terra, da noi tutti del pianeta Syrion
.


fonte: cerchiodellaperfezione


E' un blog come tanti altri sparsi in rete, sembra che sia una canalizatrice moderna, una donna di Firenze. E' la telepatia? Il simile attira
il simile?


Cosa centra una con l'altra? Stavo leggendo su questo blog un articolo rispetto ai cristali e come anche questo potere naturale messo
alla nsotra disposizione verso la conoscenza fosse malamente utilizato in scopi egoisitici per l'avidità.Carissimi stavo lì tutta concentrata sopra il brano in questione e vedo mein kampf scrito in nero venendo verso di me da questo testo. Uh! Non mi è mai successo, a da fare con questo malevole utilizo di quale parla l'autrice?

 


Lena mi ha mandato un messaggio che non si trova lavoro, nè la sua zia ha trovato e ha 3 mesi. Siamo disperati senza lavoro, è l'unico mezzo
di susitsenza, senza soldi non possiamo vivere, non ci permettiamo nulla anzi siamo condanati alla miseria.  Chissa come
e quando si troverà una soluzione al riguardo, risorse ci sono basta la volontà.

  Se pure mi è stata messa davanti cerco qualcosa rispeto al libro di Hitler, in una recensia oggetiva secondo me, il filo condutore
del libro e del accadutto è l'odio. Come poteva essere diversamente? Il nostro mondo al rovescio è pieno purtroppo
di esso.

Dio è amore.

Non lo conosciamo tanto bene, era scritto su un tempio valdese in montagna. Suonava come un amonimento
rispetto alle persecuzioni da loro subite per secoli tramite la chiesa cattolica quale non voleva resistenza sul proprio
teritorio di potere e influenza.


Nello stesso modo a Roma, sì proprio a Roma, su un campo di nomadi scriveva grande per essere visto da lontano: 

Tutti siamo figli di Dio.


I sgomberi forzati comunque le apesantiva l'esistenza, quindi non in tanti lo hanno visto or lo hanno capito.


Mi ammusa di quanta sagezza sia nella construzione di questa picolissima parola è Dio e la lettera D
quale può venire dal oposto, il contarrio di ... E appunto se Dio è amore l'odio è contro di lui.

La seconda guerra mondiale ha distrutto più di altro proprio Europa, l'odio di un solo uomo non poetva fare tanto ma un odio generalizato
anche se qualucno non sa essatamnet perche nutre tale sentimnto ostile verso qualcuno or qualcosa può fare tanto.
Come abbiamo visto siamo butatti indietro atraverso la nostra storia, pocchi giorni di pace sono state sulla nostra bellissima Terra.

Dopo l'intuizione con mein kamf, la mia bataglia, mi trovo e con un belsiismo video quale patral porpio di questo snetimnto
in uan forma più colta e profonda come significato: involuzione. Ma solo l'odio ci ha portatto là, verso la ditruzione degli altri e la distruzione di noi
stessi.


L'odio è un sentimento umano che si esprime in una forte avversione o una profonda antipatia. Lo distingue da questi ultimi la
volontà di distruggere l'oggetto odiato, e la percezione della sostanziale "giustizia" di questa distruzione: chi odia sente che è giusto,
al di là di leggi e imperativi morali, distruggere ciò che odia. Si parla di "oggetto" odiato anche nel caso di odio verso persone,
perché queste non vengono considerate propri simili, esseri umani come chi odia, ma appunto oggetti invece che soggetti.

fonte: wikipedia


Pomeriggio mi sono trovata con una nervosità inconsueta alemno qui, esco per fumare una sigaretta in balcone. Pensavo
che quetsa fantomatica mia fiamm gemella mi ha rovinato la vita, stvao esagerando ovviamente non tornerei mai alla vita
di prima.


bnag passa Giulio alegro, come la volta scorsa scherzava:

- Porto di mangiare a Oriana, Corina fa la greve oggi.


  La madre da una parte sostiene il vitimismo da'ltra è sodisfata che il negozio va
ed è nel pieno centro del paese, quindi tutta la gente uscendo dalla chiesa lo vedi là. Carissimi lei è nel suo proprio negozio di alimenti! Non manca nulla là anzi. Quindi non era
sul prato sneza acqua e senza cibo per sentrisi abbandonata ed isolata. Come vedo non è mai contenta dal sul lavoro e pure va avanti così. Non è la sola.


Se pure è mein kamf apparso dal nulla e si parla di sopravvivenza ecco ad Auschwitz scriveva “il lavoro libera”. Libera chi?


 


Ma se non abbiamo capito cosa fosse l'amore non sappiamo nemmeno quanto odio fosse in noi. L'amore lo abbiamo inteso
in forma condizioanta di tornaconto se fai quetso per me allora va bene ti amo se non fai allorta non va bene ti odio.


Ho detto la stessa preghiera come ieri:


Chiedo il massimo bene per me stessa con il risultato migliore per tutti implicati, per la Terra, per l'Umanità.


E pure è una constante questo essere in bianco con le mani verso il sole, solo che adesso mi sembrava più su e verso destra.

E pure la voce non ha smesso, non era nulla sulla mail un ora fa e non lo è nè adesso. Ha un altra fonte.



Sembra che la parola odio fosse in etere oggi. Adesso trovo al mio conazionale la stessa parola rispetto al gioco elletorale di
Sarkozi. In secolo XXI quando i confini finalmente sono andati dalal nsotra realtà, almeno la loro parte fisica è sparita, non
possimo continuare ad afferamre che l'immigrazione fosse un problema. Un problema per chi?
















II - DACCAPO -III - AVANTI -IV - DESTINO -